SEI VOLTE RAFAEL NADAL

Lo spagnolo batte Roger Federer 7-5/7-6/5-7/6-1 ed eguaglia Borg al Roland Garros

Be Sociable, Share!

Parigi (Francia) – Rafael Nadal conquista per la sesta volta il titolo del Roland Garros battendo in quattro partite Roger Federer con il punteggio di 7-5/7-6/5-7/6-1. L’esito del match dipendeva esclusivamente dallo svizzero perché era evidente che, sotto un certo livello, Nadal non sarebbe mai andato. E così è stato. Finché Federer è riuscito a tenere alta la guardia, ha giocato alla pari. Purtroppo per lui e per i suoi tifosi, tutto questo non è bastato. Non è stata una gara tattica e la chiave va ricercata, a mio avviso, nei troppi gratuiti (o presunti tali) che Roger ha concesso sia in risposta al servizio che in diversi colpi da fondo. In buona sostanza, Federer ha fatto quasi tutti i suoi punti e parecchi dell’avversario, a cui va ascritto lo straordinario (ma non per lui) merito di aver tenuto alta la concentrazione per quasi tutte le tre ore e passa di partita. Il vuoto fatto registrare da Nadal dal 4-2 per lui nel terzo fino al 5-7 e 0-40 nel primo game del quarto poteva riaprire la contesa, ma a quel punto Nadal ha ritrovato le redini per non mollarle più. Bravissimo, ma non una novità.

4° SET NADAL-FEDERER 6-1

Ore 19:07 – Nadal-Federer 6-1 – Torna a fare capolino il sole ma solo nella metà campo spagnola. Rafael Nadal conquista il sesto titolo al Roland Garros ed eguaglia Borg. Errore di Federer (15-0), servizio e dritto (30-0), servizio vincente (40-0) e dritto lungo. E’ finita. Nadal in ginocchio, come Borg a Wimbledon. Federer ci ha provato ma nel quarto set è sparito, dopo le tre palle-break avute all’inizio del parziale.

Ore 19:02 – Nadal-Federer 5-1 – Il nastro accompagna il dritto di Roger oltre la linea di fondo ed è 15-30. Forse lo svizzero ha esaurito le energie fisiche e nervose residue ma va ugualmente 30-30 tirando due colpi piatti che trovano impreparato lo spagnolo. Nadal però si difende come sa con un lob altissimo che atterra vicino alla riga e nel prosieguo dello scambio costringe Roger a sbagliare il dritto della palla-break. Dopo la risposta in rete dell’iberico (parità) ce n’è una seconda, trovata da Rafa con la pressione vincente conclusa con la volee di dritto in allungo. Stavolta Federer sbaglia ed è doppio-break.

Ore 18:56 – Nadal-Federer 4-1 – Ci risiamo. Federer fa i punti che strappano gli applausi (un dritto in back in controtempo e un passantino di dritto dopo una smorzata tenuta dallo spagnolo) ma negli altri commette i gratuiti che fanno la differenza. Rafa ringrazia, non regala nulla e torna ad accarezzare la coppa. Nell’ultimo punto lo spagnolo ferma il gioco perché il rovescio di Federer è largo: Maria, il giudice di sedia, conferma.

Ore 18:49 – Nadal-Federer 3-1 – Roger di nuovo nella fossa. Arriva il vento e soffia alle spalle dello spagnolo, che brekka a zero Federer. Un bel dritto iberico, un errore di Federer successivo a una grande difesa di Rafa, il primo doppio fallo svizzero e un brutto dritto in rete. Forse stavolta è finita davvero.

Ore 18:46 – Nadal-Federer 2-1 – Altro game interlocutorio, dominato dal battitore. Federer indugia in una smorzata che si rivela troppo lunga ma pareggia a 15 con una bella risposta di rovescio. Da quel momento lo spagnolo mette aggressività nel suo motore e chiude tre punti consecutivi.

Ore 18:43 – Nadal-Federer 1-1 – Gioco a quindici per lo svizzero, che sembra rinfrancato dal set conquistato. La risposta di Nadal in rete (15-0), servizio-schiaffo-smash (30-0), un rovescio steccato (30-15), servizio vincente (40-15) e un passante appena largo di Nadal.

Ore 18:39 – Nadal-Federer 1-0 – Lo spagnolo deve cercare e trovare la riga laterale per fare un punto, ma quando siamo già sullo 0-40 (due errori di Rafa e, in mezzo, una volee da doppio + dell’elvetico). Nadal però è un combattente nato e torna sotto (30-40) attaccando e piazzando il dritto vincente in contropiede. Con l’ace Nadal completa la rimonta (40-40) e un’altra prima robusta lo porta in vantaggio. L’ultimo punto è uno scambio duro che Rafa fa suo con un rovescio profondo su cui Roger stecca e manda la pallina in cielo. Pericolo scampato dalla prima testa di serie.

3° SET FEDERER-NADAL 7-5

Ore 18:31 – Nadal-Federer 5-7 – Quando sembrava che lo spagnolo fosse in totale controllo del match, soprattutto dopo lo sciagurato sesto gioco di Roger, lo svizzero ha reagito da grande campione. Un errore di dritto di Nadal provocato dallo slice di Federer (15-0), servizio e rovescio vincente in lungolinea (30-0), una palla corta in allungo di rovescio da manuale del tennis (40-0) e il servizio e dritto dopo un errore. Terzo set biancorosso.

Ore 18:27 – Nadal-Federer 5-6 – Pugnetto e break per Roger! Il dritto frettoloso di Nadal (0-15) sembra un infortunio passeggero ma lo schiaffo al volo di Federer che vale lo 0-30 prelude alle tre palle-break, che arrivano con una micidiale accelerazione di dritto. Nadal tampona (15-40) ma non può nulla sulvincente di Federer che gli strappa la battuta e riapre parzialmente la sfida.

Ore 18:23 – Nadal-Federer 5-5 – Bella combinazione servizio-dritto e 15-0 Svizzera; passante di rovescio sulla bella volee di Federer e 15-15; replica di servizio e dritto in cross e 30-15; un rovescio profondo in back di Roger trova Nadal troppo avanti e arriva l’errore 40-15; ace e pareggio a quota 5. Il Roland Garros intona “Roger! Roger!”.

Ore 18:19 – Nadal-Federer 5-4 – Le certezze di Rafa, come il dritto che lo porta sul 30-0 e la risposta in rete del suo rivale sul 40-0. Anche lui chiude con l’ace e, dopo il cambio di campo, Federer dovrà servire per rimanere nella finale.

Ore 18:16 – Nadal-Federer 4-4 – Roger si aggrappa al servizio. Una prima vincente e una seconda angolata lo portano 40-15 (c’erano stati anche un rovescio sbagliato e un vincente) mentre l’ace conclusivo gli dà il pareggio.

Ore 18:12 – Nadal-Federer 4-3 – Arrivano i momenti Federer. Lo 0-15 è un suo bel dritto e lo 0-30 è un errore marchiano di Nadal che spedisce in rete un passante comodissimo. Poi arriva lo smash a rimbalzo quasi all’incrocio delle righe e ci sono tre opportunità del contro-break per lo svizzero. La risposta di Roger arriva nelle stringhe delle scarpe di Nadal che ribatte come può e non arriva sulla deliziosa smorzata elvetica. Controbreak a zero.

Ore 18:09 – Nadal-Federer 4-2 – Eccolo! Federer mette in rete il primo dritto (0-15) poi si fa sorprendere da quello dell’iberico ed è già campanello d’allarme (0-30). Le tre palle-break consecutive arrivano con una smorzata di Federer che si spegne in rete, e con quella anche le sue residue, peraltro minime speranze. Brutto errore di Roger e la fine si avvicina.

Ore 18:05 – Nadal-Federer 3-2 – Il pubblico tifa per Federer e per la partita ma Nadal non ci sente, nonostante il doppio fallo che lo porta sul 15-30 dopo un bel drop in avanzamento dello svizzero. Roger deve prendere troppi rischi per impensierire Nadal e infatti il suo dritto sul 30-30 finisce in rete. Bell’attacco elvetico con volee di rovescio che induce Nadal al lob lungo ed è parità ma di nuovo la risposta di Roger è imprecisa e con tutti questi gratuiti Nadal va a nozze (per la felicità di Xisca in tribuna). L’ultimo punto è una battuta profonda di Nadal a cui Federer risponde da lontanissimo e poi non riesce più a raggiungere il rovescio in controbalzo di Rafa. Chissà perché, c’è odore di break nell’aria frizzante del Roland Garros.

Ore 17:59 – Nadal-Federer 2-2 – Probabilmente nemmeno Mirka punterebbe un euro sul marito, che però cerca di restare in scia affidandosi al servizio e al dritto (30-15) dopo l’errore in apertura. Il rovescio appena lungo permette a Rafa di pareggiare ma nel quinto punto Roger fa quello che vorrebbe sempre fare: dritto violento sulla riga e, con Nadal due metri oltre la linea di fondo, drop imprendibile. Lo svizzero serve bene sulla palla-game ma il suo dritto sfila in corridoio. Errore di dritto del campione in carica e gioco svizzero con Federer che ha i piedi nel campo e mette a segno il dritto in cross.

Ore 17:53 – Nadal-Federer 2-1 – Lo spagnolo si disunisce sul 40-0 raggiunto comodamente e sbaglia un rovescio e un dritto (40-30) ma il rovescio tradisce Roger in risposta e Rafa resta avanti nel punteggio.

Ore 17:49 – Nadal-Federer 1-1 – Reazione dello svizzero che ritrova alcuni dei suoi migliori punti: il serve-volley e la smorzata, ma anche due errori forzati dello spagnolo. Gioco a zero.

Ore 17: 45- Nadal-Federer 1-0 – Lo spagnolo ha perso una sola volta in carriera quando si è trovato avanti 2-0 e fu proprio Federer a batterlo, nella finale di Miami 2005. Ma questa è un’altra storia. Rafa vince un paio di scambi facendo il Federer (cioè trovando punti anche di controbalzo). Si chiude a 15 con i soliti errori di misura dello svizzero.

2° SET NADAL-FEDERER 7-6 (7-3)

Ore 17:41 – Nadal-Federer 7-6 (7-3) – Il tie-break: Nadal 1-0 con il dritto in rete di Roger (mini-break), Nadal 2-0 con il suo dritto vincente, Nadal 3-0 con la risposta di dritto lunga, Nadal 4-0 con un altro dritto in rete (mini-break), Federer 1-4 con il rovescio vincente tirato a tutto braccio in cross, Federer 2-4 con un altro rovescio vincente in cross (mini-break), Nadal 5-2 con la risposta in rete di dritto di Federer, Nadal 6-2 con un passante di rovescio successivo a un buon lob difensivo (mini-break, quattro set-point che sono quasi altrettanti match-point), Federer 3-6 con la risposta larga dello spagnolo, Nadal 7-3 con servizio e dritto. Adesso le nuvole di Parigi sono tutte sulla testa dello svizzero.

Ore 17:32 – Nadal-Federer 6-6 – Dopo otto punti consecutivi, arrivano due errori di rovescio di Federer e Nadal ritrova il sorriso sul 30-15. Il campo adesso è più pesante e le rotazioni dello spagnolo danno meno fastidio. Ancora una brutta risposta e due palle per il tie-break, che arriva dopo un’altra risposta errata (stavolta di dritto).

Ore 17:27 – Nadal-Federer 5-6 – Spettacolo rossocrociato! C’è tutto il repertorio del rinfrancato Roger in questo undicesimo game: smorzata imprendibile (15-0), schiaffo al volo (30-0) e veronica incrociata (40-0). Nadal si arrende con il rovescio in corridoio. Gioco a zero ma la minaccia della pioggia insiste.

Ore 17:25 – Nadal-Federer 5-5 – Si riprende dopo meno di un quarto d’ora e quindi niente riscaldamento. Subito una risposta sbagliata dallo svizzero e secondo set-point ma Roger entra nei due scambi successivi e costringe all’errore due volte Nadal: palla-break. Sulla seconda Federer mette la risposta di rovescio e Nadal stecca. Break.

Ore 17:11 – Nadal-Federer 5-4 (40-40) – Roger vince i punti più belli, Rafa tutti gli altri: ecco la differenza. Un rovescio lungo linea delizioso (0-15) e una smorzata incrociata splendida (30-30) dello svizzero vengono annullati da due brutte risposte e da un altro errore non forzato. Sul set-point Nadal trova il nastro che gli allunga la palla e sul 40-40 arriva un acquazzone e il gioco viene sospeso.

Ore 17:05 – Nadal-Federer 5-4 – Dura poco l’illusione di Federer. Un passante spagnolo apre le danze (0-15) sul serve-volley, poi l’iberico entra col dritto e va 0-30. Prima di servizio e dritto dall’altra parte (15-30) ma un errore nello stesso schema porta lo spagnolosul 15-40. Roger annulla di nuovo con una robusta prima di servizio e una pregevole stop-volley (40-40). Nell’attacco seguente Federer paga dazio ancora con la volee, che si ferma sul nastro, poi mette in corridoio il rovescio che, di fatto, potrebbe chiudere l’intero match.

Ore 17:00 – Nadal-Federer 4-4 – Spiraglio per lo svizzero, che va 15-30 grazie alla pazienza con cui comanda lo scambio iniziale e allo scambio di cross di dritto del terzo punto. Nadal impatta a 30 facendo indietreggiare Federer ma il quinto è il punto più bello del match: scambio durissimo di dritti e rovesci e alla fine Roger piazza il vincente lungo linea di rovescio. Palla-break ma Nadal conosce il pessimo rapporto che Roger ha con queste situazioni e mette una prima carica di lift che costringe all’errore l’elvetico. Ce n’è una seconda, provocata dalla buona risposta tra i piedi dello spagnolo ma arriva l’ennesimo errore di rovescio che la annulla. Nadal mette lunga l’accelerazione lungo linea di dritto ed è ancora palla-break, la terza: seconda di servizio in cui viene aggredito e il rovescio gli resta sulla racchetta. Contro-break e pubblico in delirio.

Ore 16:50 – Nadal-Federer 4-3 – Pausa forzata per Nadal, che sbaglia un rovescio in apertura poi si deve inchinare al servizio dell’avversario: un ace e due vincenti. Gioco a zero e Roger ancora timidamente in partita.

Ore 16:48 – Nadal-Federer 4-2 – Rafa sa che è solo una questione di tempo. Roger cerca di accorciare gli scambi ma non ha più il timing necessario ed è facile per lo spagnolo incassare punti gratis. Un paio di errori svizzeri e l’ace per il 40-0, un passante lungo (40-15) e una smorzata di rovescio di Roger dopo un colpo corto dell’iberico (40-30) preludono alla parità, che arriva grazie alla profondità di Federer che chiude con lo smash. Tutto inutile perché un dritto violento di Nadal atterra sulla riga e poi c’è la combinazione servizio-dritto. Spagnolo intrattabile.

Ore 16:40 – Nadal-Federer 3-2 – Federer è rassegnato e non tiene più gli scambi. Due errori (0-30) e una risposta in rete dello spagnolo (15-30) fanno da preludio alla steccata di dritto che vale due palle-break (15-40). Roger risale grazie a due ace (40-40) e intanto dal cielo si addensano nubi minacciose. Solo la pioggia può salvare lo svizzero. Altro rovescio in rete e terza palla-break, anche questa annullata (schiaffo al volo e lob lungo di Rafa). Vantaggio Roger con il servizio vincente e poi gran rovescio in diagonale. Sprazzi di Federer, ma non basteranno.

Ore 16:35 – Nadal-Federer 3-1 – Federer ha il dovere di non mollare e ci prova con la volee dello 0-15 e lo schiaffo al volo del 30-30, ma arrivano anche gli errori di rovescio (compreso l’ultimo) con cui rovina tutto.

Ore 16:30 – Nadal-Federer 2-1 – Roger tiene la battuta dopo tre break consecutivi ma i buoi sono ormai scappati dalla stalla. L’esuberanza agonistica di Nadal induce l’elvetico a un paio di errori per il 15-30 ma da quel momento Federer mette a segno tre ottime prime (due ace) e accorcia le distanze.

Ore 16:26 – Nadal-Federer 2-0 – La grande illusione di Federer è finita. Lo svizzero poteva mettergli paura chiudendo il primo set ma la rimonta dello spagnolo lo ha scosso come un pugile che abbia subito il colpo del ko. Gioco a zero con Nadal che ha messo più volte nell’angolo Roger. Applausi di incoraggiamento per l’ex numero uno del mondo.

Ore 16:23 – Nadal-Federer 1-0 – Buco nero per lo svizzero ma Rafa non sbaglia più nemmeno una palla. L’attenzione che Nadalmette su ogni colpo è di quelle doc e quando è così non ce n’è per nessuno. Due errori di dritto dello svizzero aprono il gioco (0-30) seguiti da uno smash complicato messo in rete (0-40). Rafa finalmente si concede un errore forzato ma alla seconda palla-break lo svizzero prova a chiamarlo a rete e perde la scaramuccia di fioretto. Break.

1° SET NADAL-FEDERER 7-5

Ore 16:17 – Nadal-Federer 7-5 – Mazzata per Federer, che forse ha giocato meglio del campione in carica per buona parte di questo set iniziale e si trova con un pugno di mosche. Anche il dodicesimo gioco è l’emblema di come sia cambiato il vento. Roger si porta temporaneamente 15-30 vincendo un back to back di rovescio e poi con una saetta di dritto ma alla fine gli errori di rovescio indotti fanno toccare allo spagnolo il set-point (40-30) convertito con un bel dritto vincente. La finale ha preso l’autostrada per la Spagna.

Ore 16:11 – Nadal-Federer 6-5 – Rafa comincia a saltare e a far saltare la tattica di Federer. Due passanti micidiali per lo 0-30 e un rovescio vincente vale la palla-break (30-40) dopo due buoni servizi dello svizzero. Federer si salva con un dritto sulla riga ma ha dovuto fare il punto tre volte e in questo modo si va all’inferno. Nuova palla-break con la smorzata di Roger che chiama a rete Nadal; scambio di finezze e tentativo di passante spalle alla rete di Federer, intuito da Nadal; esplode lo Chatrier. Stavolta Nadal strappa la battuta al rivale grazie a una prima chiamata fuori di un soffio e all’errore di dritto di Federer nello scambio seguente. Di fronte alla regolarità dello spagnolo, Federer ha già smarrito la trama del suo gioco.

Ore 16: 05 – Nadal-Federer 5-5 – Ecco il pareggio di Rafa, al terzo game consecutivo. Federer gli fa paura con un paio di risposte forzate che lo tengono a galla (15-30) ma alla lunga arrivano tre errori ed è parità. Roger deve giocare troppo bene per fare match pari con Nadal. E’ questo il suo problema.

Ore 16:01 – Nadal-Federer 4-5 – Grande tensione sul centrale. Scambi lunghi e capovolgimenti di fronte repentini. Nadal cerca il rovescio del rivale che però tiene bene le rotazioni esasperate del maiorchino. Si parte con la volee dello svizzero (15-0), poi tre errori per il 30-30. Nel quinto punto Roger mette la prima ma il rovescio che fa seguire è in rete: prima palla-break contraria, che subito Rafa sfrutta con un passante in allungo di dritto su cui Federer mette la volee in rete.

Ore 15:55 – Nadal-Federer 3-5 – Due risposte errate di Roger e un doppio fallo (30-15). Rafa trasforma un rovescio quasi vincente del rivale in una difesa punto (40-15) poi lo svizzero sale in cattedra con una risposta bloccata di rovescio imprendibile (40-30) e colpendo tre righe nello stesso scambio (40-40). L’accelerazione del dritto di Roger porta il set-point, sciupato con un back corto di rovescio che esce di un centimetro. L’ultimo punto è uno scambio durissimo con Federer che piazza due dritti violenti in cross ma viene passato dal rovescio di Nadal.

Ore 15:46 – Nadal-Federer 2-5 – Una risposta vincente di Nadal e un rovescio lungo linea in corridoio portano lo spagnolo sul 15-30. Di nuovo lo svizzero si affida al servizio: ace (30-30), servizio e dritto in cross che manda Rafa tra gli spettatori delle prime file e serve-volley.

Ore 15:42 – Nadal-Federer 2-4 – Allo spagnolo non puoi concedere mezzo metro sul dritto che subito ti inchioda. Federer gli mette pressione con due risposte (una di dritto all’incrocio, l’altra di rovescio in cross) ma ne sbaglia anche altre due. Si chiude a 30 con il dritto dell’iberico.

Ore 15:37 – Nadal-Federer 1-4 – Si parte con l’errore forzato di Federer ma il numero 3 del mondo rimedia nei due punti successivi con un dritto vincente che lascia di stucco lo spagnolo e con un rovescio sulla riga che favorisce l’errore iberico dopo uno scambio duro. Nadal va 30-30 vincendo a sua volta uno scambio lungo a laborioso ma Federer torna a servire al meglio e mette il dritto dopo la battuta nei due quindici che vengono.

Ore 15:33 – Nadal-Federer 1-3 – Quattro errori mantengono i due sulla parità (30-30), poi un dritto in corsa di Roger non trova l’incrocio delle righe per un soffio e subito dopo il suo tentativo di passante finisce in corridoio. Nadal rompe il ghiaccio.

Ore 15:27 – Nadal-Federer 0-3 – Due ace e un servizio vincente (40-0). Poi Roger tenta un primo serve-volley e viene passato (40-15), non sul secondo, che chiude con la volee alta.

Ore 15:25 – Nadal-Federer 0-2 – Roger sale 0-30 con uno schiaffo al volo colpitomale che atterra sulla riga e una steccata di dritto di Nadal. I rovesci di Rafa mettono nell’angolo lo svizzero (15-30) ma l’errore di rovescio di Nadal porta Roger a due palle-break. Rafa annulla con una buona prima centrale econ l’errore di Federer di dritto, ma ci sono altri due vantaggi dell’elvetico provocati dagli errori di Nadal (prima di rovescio contro il dritto, poi il contrario). Alla fine arriva il break con la risposta di Federer che passa appena la rete e induce all’errore Nadal.

Ore 15:17 – Nadal-Federer 0-1 – Inizia Roger a servire. Ci sono subito due errori di dritto dello spagnolo e una prima vincente di Federer. Nadal sorprende il rivale con una risposta profonda (40-15) ma nel punto seguente lo svizzero fa serve-volley e accarezza con la volee di dritto.

Ore 15:04 – Preceduti dalla “ball-girl” che ha portato sul centrale le palline della finale e accompagnati dalla splendida musica di Alan Parsons Project, Roger Federer e Rafael Nadal entrano nell’arena a mano di altre due raccattapalle. Il sole va e viene a causa del cielo parzialmente coperto ma, per ora, la minaccia della pioggia sembra allontanata. Ventilazione inapprezzabile, come direbbe Enrico Ameri a “Tutto il calcio minuto per minuto”. Questa invece è tutta la finale minuto per minuto.

Parigi (Francia) – Tutti aspettavano Novak Djokovic, invece la finale del Roland Garros 2011 la giocheranno Rafael Nadal e Roger Federer. Il primo ha eliminato in semifinale Andy Murray, il secondo ha interrotto la striscia quasi record di Nole. Il serbo, forse anche condizionato dai quattro e passa giorni di inattività, si è presentato all’appuntamento della semifinale con un po’ di ruggine addosso e il miglior Federer della stagione ne ha subito approfittato. Ne è uscita una partita indimenticabile, al termine della quale lo svizzero si è ricandidato per un posto al sole. Dall’altra parte, il “pentacampeon” di Parigi ha risolto cammin facendo i dubbi e le cattive sensazioni che avevano accompagnato le sue ultime settimane. Non è il miglior Rafa (e Djokovic aveva mostrato in precedenza che i margini di tolleranza tra l’iberico e tutti gli altri sulla terra rossa si sono assottigliati) e questo potrebbe deporre a favore di Roger, a patto che lo svizzero riesca ad entrare nella guardia del mancino di Manacor e minarne le certezze. Incertezza anche sul tempo, con previsioni di pioggia, e pure questo fattore potrebbe incidere sull’esito della sfida: la terra secca è più veloce e favorisce il servizio e le accelerazioni di Federer ma, qualora il campo dovesse appesantirsi, il rimbalzo più basso della pallina toglierebbe a Nadal il vantaggio delle rotazioni sul rovescio dell’avversario. Tuttavia, Nadal resta il grande favorito anche e soprattutto in virtù dei numeri, che quasi mai mentono. Ne bastano due: 11-2 il bilancio a favore di Rafa sul rosso, 44-1 il record del campione in carica su questi campi. Quella che attende Federer è una montagna più alta dell’Everest. Seguite insieme a noi l’andamento della sfida che, pioggia permettendo, inizierà alle 15 sul Philippe Chatrier.

|
|
Be Sociable, Share!

Nessun commento a “”


  1. […] Per quanto riguarda le donne, è già nota la sicura assenza allo Slam parigino delle sorelle Williams (per saperne di più cliccate qui). […]

  2. […] programma di questo primo lunedì del Roland Garros 2011 (guarda la nostra preview su http://rolandgarros.tennis.it/2011/05/22/preview-del-lunedi-del-rg/), spicca la sfida che opporrà Richard Gasquet e Radek Stepanek, previsto come quarto ed ultimo […]

  3. […] stimolanti alcuni match sparpagliati per i campi minori. Oltre alla sfida tra Philipp Petzschner e Steve Darcis che analizziamo in dettaglio qui, ci intriga l’incontro tra Lucie Safarova e Julia Goerges. […]

  4. […] andare che a Djokovic-Del Potro, quarto match sul campo Philippe Chatrier, al quale dedichiamo un approfondimento a parte. Parliamo di una sfida che potrebbe ripetersi ad un livello ben più avanzato nei prossimi mesi e […]

  5. Roberto Bontempi ha detto:

    Ho sentito in un’intervista Bolelli darsi 8 come voto complessivo per il torneo… Mah, per me è un tantino eccessivo visto che aveva perso in quali ed ha servito per il set sia nel primo che nel terzo set con Murray senza vincerne nemmeno mezzo… Sarà che mi sono stancato di sconfitte onorevoli… Cmq sono molto contento che sia obiettivamente in ripresa

  6. Valentina Clemente ha detto:

    Fa parte del training psicologico, non si potrebbe mai dare un 6! 😉

  7. […] d’oro per raggiungere i quarti di finale del Roland Garros. Abbiamo dedicato un apposito approfondimento a questo incontro che potete leggere […]

  8. Luca ha detto:

    Ma Fognini ce la fa o no a giocare con Djokovic?

  9. […] ad eliminare Vera Zvonareva. Vista l’importanza del match, ad esso dedichiamo un apposito approfondimento sul nostro sito dedicato al Roland […]

  10. michele ha detto:

    ame disiace moltoche victoria azanenka stava preguendo bene in questo torneo di ronald garros la azarenka primo poi capitasse un aversaria che poteva mertere in difficolta azarenka io so che uscire da un torneo arrivata ai quati di finale la azarenka uscendo da questo torneo non e facile e la azarenka e uscito da questo torneo atesta alta io come tifoso dela azarenka sono sicuro che la azarenha si rifara al nuovo torneo dai azarenka non tela prendere telo il tifose michele soperte non estato facile uscire dal questo torneo ai fatto tanto fatica per niente alla fine tisovenuti iconti sbagliati sono sicuro al prosimo torneo celafarai i per sono sicuro che non eri conccentrato come le altre volte ame dispiace moltisimo che uscita dal torneo tirifarai al rossimo torneo ciao azarenka dal tuo tifoso michele non deludermi

  11. michele ha detto:

    sai maria sharapovo che scrive il tuo tifoso michele oggi misei iacuta moltisimo sei sceso il gampo che leatre volte molto concentra esicuro ditestessa io giocare con andrea petkovic non era facile alla fine aspuntarla sie stata tu oggi tu misie piacuta moltisimo perche alla petkovic il balletto che facerva ogni volta che vincese la petkovic glie lai fatto finire proprio tu qul balletto che sifaceva lei cioa maria sharapova dal tuo tifoso michele

  12. laurence ha detto:

    bravissima francesca sono francese ma sono una fan di lei. Non pratica il tennis ,MA mi piace di guardare grazie francesca merci pour se beau spetacle.

  13. […] Parigi 4 Giugno 2011 – Arriva alla fine la corsa del Roland Garros 2011. Come da consuetudine, l’ultimo atto è riservato alla finale del torneo di singolare maschile, che per la quarta volta metterà di fronte Rafael Nadal e Roger Federer, protagonista dell’eliminazione di Novak Djokovic, reduce da 43 successi consecutivi. Sarà la venticinquesima sfida tra di due campioni, un match dalle mille facce a cui dedichiamo un’anteprima qui. […]

  14. pierenrico arneri ha detto:

    ……spiace per Nole anche se avrà tempo per rifarsi. Federer si è guadagnato la finale con assoluta determinazione e merita di sfidare ancora una volta Rafa…..e vinca il migliore. Evviva il TENNIS, sempre.

  15. fausto ha detto:

    Tutto quello che volete, Ma djokovic è un’altra pasta di tennista rispetto a federer che sembra un ammasso buttatto sul campo e che solo da questo possa rinascere

  16. Emanuele ha detto:

    Ieri Tsonga ha incredibilmente recuperato contro un giocatore che solo per un set ha dimostrato di saper giocare… poi nulla. Oggi Brianti, con la partita già vinta smette di fare punti e permette all’avversaria agevolmente di ricuperare. Sempre di oggi la notizia che hanno arrestato un giocatore della lazio. Che il tennis e il calcio oltre che alla palla condividano dell’altro ???

  17. ector ha detto:

    ormai tutto è possibile,però se dobbiamo sempre pensar male forse è meglio fare dell’altro piuttosto che perdere tempo dietro allo sport

  18. […] alla vigilia dello scorso Roland Garros fu lei a dare la notizia della perdita sulle pagine dell’Equipe, con la promessa che quel vuoto sarebbe stato colmato dall’impegno che avrebbe profuso per […]

  19. christian ha detto:

    sara è una grandissima tennista.

  20. christian ha detto:

    vai sara contro la stosur puoi vincere

  21. giuly bocca ha detto:

    E meno male che Sara era sfarotita

    alla faccia!!!!!!! Evviva Sara e mi raccomando sotterra la sharapova, non ne posso piu’ dei suoi urli!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  22. Sarà errani ha detto:

    Grande sarà errani

  23. JULIET ha detto:

    Grande sarà errani suu